altadefinizione logo altadefinizione logo

Cerca il tuo film:




Condividi
Commenta
Guarda il Trailer
Download

Voto:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
the warriors i guerrieri della notte

Da un romanzo di Sol Yurick. Nel Bronx, durante un raduno di tutte le bande (tribù?) di New York, il capo della più importante gang è assassinato dal fanatico capo dei Rogues, ma la colpa ricade sui Warriors, banda poco nota di Coney Island. Comincia la caccia. Senza il loro capo, ucciso per ritorsione, gli otto Warriors disarmati devono riattraversare la metropoli, braccati da altre quattro gang e dalla polizia che fa da arbitro, affrontando scontri, agguati, trabocchetti, duelli…

  • gik

    inossidabile, irriducibile, intramontabile capolavoro cult degli anni 80. Quando le strade erano diverse. Spaccato storico di quel periodo in una lettura spettacolare di Walter Hill, forse il suo miglior film.
    Tutto in strada, tutto nella notte, accompagnato da spendida colonna sonora, azione cruda ma anche un “come erano gli anni 80” .

    • Francesco Violante

      non ti seccare…… ma di anni 80…. questo film non ha neanche una sequenza…… una scenografia….. uno screenplay….. proprio niente di niente….. siamo in piena decadenza fine anni 70 ….. finiscono gli hippies…… iniziano gli yuppies……

      • gik

        è stato fatto gli ultimi mesi del 79 però.

      • gik

        dunque è vero ho controllato. girato nel 79 comunque va a narrare storie del “declino new yorkese” degli anni 70. Dall’ 80 in poi, leggo in rete, con il sindaco Ed Koch, NY ebbe una netta ripresa. Quindi è facile supporre che la storia viene narrata proprio negli anni 70.

        E difatti cito da wikipedia : Le bande di strada hanno interessato dapprima gli Stati Uniti a cavallo tra gli anni sessanta e settanta, poi parzialmente ripulite negli 80.

        E devo dire che oggi ce ne sono ancora di più 😀 Comunque uno spettacolo di film

  • Cinzia Baggio

    lo ricordo bene, lo vidi poco dopo la sua uscita. grandissimo film che consiglio a tutti.

  • Tuco Benedicto

    A volte il “blasone” è ben oltre il reale valore del film,e purtroppo che capita spesso.
    Ai tempi era un film nuovo,diverso,anche innovativo,ma visto oggi fa quasi tenerezza.
    Non è male per carità,ma nel genere (e migliori) se ne trovano a bizzeffe.
    Voto 7-

    • gik

      questo film è stato sconosciuto per tantissimo tempo, lo stesso regista non era famosissimo, solo oggi è diventato un cult. Non ha alcun blasone. Il fatto che se ne vedano tanti non ha alcun senso poichè stai parlando di un capostipite. Di film spaziali e di mafia se ne vedono a bizzeffe oggi, ma l’anno del contatto, 2001 odissea e Il Padrino, sono capolavori indiscussi . ANZI che siano stati i primi gli da ancor più valore.
      Visto oggi fa tenerezza poichè se non conosci gli anni 70/80, non puoi pienamente comprenderlo.
      A quei tempi si cresceva nelle strade, non davanti a facebook o una console.

      • Tuco Benedicto

        Sono nato nel 77,conosco benissimo quegli anni….ma credo che molti film vivono di luce riflessa,di un nome forte,che spesso non rispecchia il reale valore di tale pellicola…ti posso fare altri esempi di film sopravvalutati come Shining,Taxi Driver,E.T l extraterrestre,I magnifici 7,molti “horror” di Dario Argento…ovviamente secondo me,che non sono un critico cinematografico,ma un semplice appassionato.

  • marcoferro

    questo è uno di quei film che mi piacerebbe facessero il remake, ma uno bello e con attori in gamba.

    • gik

      era in “bilancio” ma il regista si suicidò prima ancora di cominciare, così andò tutto in malora.
      Ad oggi un film del genere non so se abbia ancora senso, erano tempi particolari, per gente cresciuta nelle strade. Niente cellulari o facebook o apparati di comunicazione tascabili, aveva un senso oggi non lo avrebbe.

  • Così voglio morire

    No, ma che remake!!
    Se facessero mai un remake o reboot o anche solo uno spin off, lo rovinerebbero soltanto!
    Altadefinizione ci ha regalato un pezzo di storia del cinema da paura!!
    Che importa quando è stato fatto? Ha una trama estremamente realistica, non necessitando di effetti speciali ne di campioni di arti marziali, dettaglio invece che inserirebbero nel contesto ridicolizzando un capolavoro venisse rifatto oggi!
    E poi attori abbastanza famosi ce ne sono, mi ricordo solo il personaggio di James Remar, nel ruolo di AJAX, facevo ancora le medie lo vidi in seconda serata e mi gasai di brutto.
    Ma il punto forte del film è la colonna sonora, c’è tutto un cd con il titolo THE WARRIORS SOUNDTRACK, e lo vorreste vedere in un remake nel quale, mi domando che musica del cazzo di oggi inserirebbero in un film su questi temi?
    Ma che merdate dite? Walter Hill come regista e vorresti vedere un remake fatto da qualche coglione dagli occhi a buco di culo e il cervello sotto formaldeide? Perchè quello succederebbe!
    Dimmi il titolo di un remake che abbia fatto meglio del predecessore?
    Nessuno vero? E c’è un motivo è già una rarità che i sequel siano all’altezza, ma una rarità vera!
    Tanto questo è quello che è e rimarrà nella storia! A chi non è piaciuto deve sedersi su una bottiglia di Jack Daniels girata di traverso però!!
    Grazie AD voi avete davvero il bernoccolo per certe cose!!
    Grandi!!

  • fabrizio carner

    “guerrieri…” Tlin Tlin Tlin 😀

  • Alex

    Bellissimo, esiste anche il gioco che lo è altrettanto 😀

  • Zanfo

    Bel film. …..bella colonna sonora. ….bello vederlo.

  • L’Inquisitore

    Capolavoro assoluto senza tempo.Attori,costumi,colonna sonora,storia,sceneggiatura asciutta ma che quando vuole colpisce come un pugno.La scena della metropolitana dove nel vagone entrano le due coppie di ragazzi perbene spiega tutto il film.Non vergognarsi ma per quello che si è,ma anzi combattere..combattere tutta la notte.Per riprenderti la dignità che la vita non ti ha dato.Cult assoluto.

  • Piotr

    Manca il film

ULTIMI COMMENTI